segunda-feira, 15 de abril de 2019

ONTEM ALFREDO DE CASTILHO - HOJE CASTILHO - SÃO PAULO - BRASIL

REMINISCÊNCIAS - ENSAIOS, QUADRINHOS E LIVROS (GRINGO) WESTERN DE WILSON VIEIRA











 











(Fontes: Silvio Rizzo; João A. Souza Filho; José H. Bellorio; Odilio Pereira de Queiroz Neto; Coaraci Camargo; Nelson Correa; Portal G1, 2015; O Estado de S. Paulo, 1999; E. F. Noroeste: Relação oficial de estações, 1937; Guia Geral das Estradas de Ferro do Brasil, 1960; Mapa - acervo R. M. Giesbrecht)






CIDADE ONDE WILSON VIEIRA MOROU NOS ANOS 50/60, FONTE DE INSPIRAÇÃO PARA TODOS OS SEUS QUADRINHOS, TEXTOS E LIVROS WESTERN (GRINGO) -  A ANTIGA ESTAÇÃO FERROVIÁRIA DA CIDADE; TOTALMENTE SAÍDA DE UM FAROESTE ITALIANO.  

HISTORICO DA LINHA FERROVIÁRIA: 

A Estrada de Ferro Noroeste do Brasil foi aberta em 1906, seguindo a partir de Bauru, onde a Sorocabana havia chegado em 1905, até Presidente Alves, em setembro de 1906. 
Em janeiro de 1907 atingia Lauro Müller, em 1908 Araçatuba e em 1910 atingia as margens do rio Paraná, em Jupiá, de onde atravessaria o rio, de início com balsas, para chegar a Corumbá, na divisa com o Paraguai, anos depois. 
O trecho entre Araçatuba e Jupiá, que até 1937 costeava o rio Tietê em região infestada de malária, foi substituído nesse ano por uma variante que passou a ser parte do tronco principal, enquanto a linha velha se tornava o ramal de Lussanvira. 
Em 1957, a Noroeste passou a fazer parte da RFFSA. 
Transportou passageiros até cerca de 1995, quando esse transporte foi suprimido. 
Em 1996, a RFFSA deu a concessão da linha para a Noroeste, que transporta cargas até hoje. 

A ESTAÇÃO DA CIDADE: 

A estação de Alfredo de Castilho foi inaugurada em 1937, ainda na variante de Jupiá.  
O nome da estação foi dado em homenagem a um dos presidentes da Noroeste, o engenheiro Alfredo de Castilho, entre 1925 e 1928 e em duas outras oportunidades. 
estação deu origem ao município que se emancipou em 1953, agora com o nome de Castilho. 
A estação foi desativada nos anos 1990 e no final dessa década foi reformada para abrigar o Lions Clube. 
No dístico, ainda aparecia escrito Alfredo de Castilho em 2009. 
Em janeiro de 2017, estava infelizmente, totalmente abandonada.                                     
      



Foto de formatura da turma do então Grupo Escolar Armel Miranda (Castilho), no ano de 1959, com o prefeito e professores...e lá estava eu também, o quinto aluno sentado, da esquerda para a direita, na primeira fileira.


Castilho é um município brasileiro do estado de São Paulo. Localiza-se a uma latitude 20º52'20" sul e a uma longitude 51º29'15" oeste, estando a uma altitude de 365 metros. Sua população estimada em 2017 era de 20 362 habitantes.
Possui uma área de 1062,6 km², sendo o 31º maior município do estado de São Paulo.
Castilho também possui o terceiro maior território da Região Administrativa de Araçatuba.
A cidade recebeu em abril de 2012, o certificado de Município Verde Azul, pela adesão ao programa homônimo, lançado em 2007 pela Secretaria do Meio Ambiente do Governo do estado de São Paulo.
Castilho recebeu status de município pela lei estadual nº 2456, de 30 de dezembro de 1953, com território desmembrado do município de Andradina. Em 1934, Armel de Miranda veio para esta região, conseguindo através da família Ferreira Brito, a doação de um terreno para formar o Patrimônio. 
Outros povoadores aí se fixaram abrindo pequenas lavouras. Nessa época, chegou à povoação, então conhecida por Vila Cauê, o engenheiro da Estrada de Ferro Noroeste do Brasil, o Senhor Alfredo Castilho, chefe dos trabalhadores que implantavam a ferrovia na região, ligando os Estados de São Paulo e Mato Grosso, cortando o rio Paraná. Em 1937, os trilhos já tinham sido implantados, assim como a estação denominada de Alfredo Castilho, ao lado da qual se formou a povoação que teve importante função comercial na integração da ferrovia com a navegação do rio Paraná. Novos contingentes de povoadores vieram se fixar aumentando o patrimônio e lavouras da região, dedicadas às culturas de algodão, milho, arroz, feijão e amendoim. Em 1944, a povoação passou a denominar-se CASTILHO. A grande fase de desenvolvimento da comunidade iniciou-se somente por volta de 1965 com os serviços de terraplanagem e construção da Usina de Jupiá, atual Engenheiro Souza Dias, integrante do complexo de Urubupungá, inaugurado em 1969. O represamento das águas do rio Paraná evitou as constantes inundações das terras cultivadas, aliando ainda, a irrigação destas, propiciando altas produções agrícolas.







 


Con questo intervento sulla letteratura gotica e sul fumetto horror inizia la collaborazione del grande autore brasiliano WILSON VIEIRA a DIME WEB scrive dei saggi mensili: LA STORIA DEL WEST 


Le immagini di corredo sono tutte tratte da storie sceneggiate da Wilson.




WILSON VIEIRA, nato nel 1949, dopo gli studi d'arte sostenuti a Firenze nei primi anni '70, Wilson Vieira ha lavorato per lungo tempo in Italia come disegnatore di fumetti. Dal 1973 al 1980 ha fatto parte dello Staff di If di Gianni Bono a Genova e, in tale veste, ha collaborato alla collana bonelliana "Il Piccolo Ranger" (che proprio Bono, dal febbraio 2012, sta ristampando). Lavori di Wilson sono apparsi anche su "Diabolik" dell'Astorina e - su sceneggiatura di Franco Fossati - ha disegnato nel 1981 Octopus sfida l'Uomo Ragno (per la Mondadori Libri TV). Attualmente, fra i suoi mille progetti, sta portando avanti la serie a fumetti Cangaceiros – Uomini di Cuoio. 

Impossibile però riassumere in poche righe la straordinaria carriera di Wilson... Potete trovare interviste a Vieira, sue biografie e novità sui suoi lavori un po' dovunque sul web. Vi consigliamo di iniziare la ricerca leggendo tre post, apparsi rispettivamente su PQEditor, su Comicsblog e su UCM Comics; milioni di spunti anche sui blog personali Il blog di Wilson Vieira BRAWVHQS e Wilson Vieira HQ scritto in portoghese; abbiamo infine aggiornato la nostra pagina Chi diavolo siamo con una breve bio di Wilson! (s.c. & f.m.)






RECEITA DE ESPAGUETE WESTERN À MODA VIEIRA


Wilson Vieira contudo, guardou e trouxe em sua bagagem pessoal, a seleta criatividade culinária, retornando ao País, certo hábito inspirador, bem característico, intrigante e inesquecível adquirido em cinemas lotados de fãs, da Velha Bota, do qual era um assíduo atento e entusiasta participante, lá pelos anos 70. Anotando detalhadamente, os seus temperos essenciais, bem como, as diferentes propostas alimentares, servidas naquela época.
É o seu inigualável e profundo interesse pessoal, pelo atrativo, saboroso, inebriante e suculento SPAGHETTI WESTERN; cuja receita original e única, criada por uma dupla Italiana de excepcionais Masterchefs; Sergio Leone e Ennio Morricone, o qual preservou cuidadosamente mesmo, com o passar do tempo e dos modismos voláteis de alguns ingredientes, aguardando por décadas pacientemente, o exato momento, após intensa levitação e maturação, ofertá-la aos seus inúmeros e fiéis clientes, num banquete, do mais elevado aroma, sabor e principalmente, com o seu surpreendente conteúdo, bem diferenciado. Ingira prazerosamente, essa magnifica alquimia alimentar Literária, que será agora finalmente e cerimoniosamente, oferecida pela notável RED DRAGON PUBLISHER™, do escritor, editor e amigo Alex Magnos, num excepcional, inédito e exclusivo cardápio, em quatro variados e vitaminados volumes; em duas formas, para a sua melhor comodidade de aquisição: a versão brochura ou a versão eBook, a escolha delivery, é exclusivamente sua, portanto informe-se, no site e saboreie, quando e como quiser, essa famosa e única macarronada caseira, servida à la carte. 
GRINGO é o prato resultante, desta rara, nutriente e fumegante iguaria, juntamente com o meu apetitoso e abundante, molho pessoal, caseiro, bem marcante, tornando-se assim, verdadeiramente inigualável, para o deleite total, de seus incontáveis fregueses. 
Bom apetite e sirvam-se à vontade, do bangue-bangue à Italiana; agora também escrito.

PROJETO/PROPOSTA DA SÉRIE GRINGO. 
LITERATURA SPAGHETTI WESTERN, EM QUATRO VOLUMES. 

Romancistas e Criadores de mitos escreveram sob as formas; episódicas e excêntricas, dramáticas e heroicas, dando vida àquela imagem superficial de um Oeste Selvagem, que fascina gerações no mundo inteiro.
Nós historiadores contestamos os dramas, e o heroísmo exagerados, negando, tanto o aspecto bárbaro quanto a missão civilizadora, porque suas críticas não podem se radicalizarem na objetividade, entre a Lenda e a Realidade sobre o Velho Oeste Americano e seus personagens.
Atualmente esta busca, de retornar aos tempos da História dos pioneiros e as origens econômicas e sociais dos Estados Unidos da América, ainda permanecem como objeto de inúmeros e infindáveis estudos.
Mas, a conquista do Velho Oeste foi, antes de tudo, uma obra de imigrantes pobres, inegavelmente.
Lá não importava a condição social, nem os títulos de nobreza; cada um contava com as próprias capacidades de sobrevivência, no miserável e realista dia-a-dia.
GRINGO é uma dessas inúmeras divagações, sobre o empolgante e fascinante tema, que permanece ainda hoje, inesgotável e misterioso; o Western, em Literatura.
Começa aqui uma aventura, descrita realisticamente; numa época selvagem, onde a lei era simplesmente uma palavra insignificante e na terra bruta, onde a arma tornava-se, a única justiça possível. 
O clássico e idealizado herói do Faroeste em Literatura, normalmente é; respeitoso com as mulheres, cortês com os humildes, hábil e preparado para combater seus inimigos, sempre respeitando as regras de um jogo leal e, sobretudo, é um vencedor. 
GRINGO não; simplesmente porque eu não escrevo, para criar heróis; na verdade, bem longe disso. 
Ele não é, absolutamente, este tipo de personagem estereotipado, principalmente quando encontra, o seu irmão, brutalmente assassinado.
Saído das cinzas da famigerada e sanguinária Guerra de Secessão, este sobrevivente Unionista, traz consigo, as marcas de um passado sangrento. 
Inicie a desvendar, a sua verdadeira e complexa personalidade, através desta série original e única. 
Sim caro leitor, o Velho Oeste voltou, para ser lido, em quatro volumes sensacionais.
GRINGO é uma leitura ágil, vibrante, tendo muita ação do início ao fim, a cada capítulo, com estórias fechadas e interligadas, transferindo e materializando, os excelentes filmes Italianos em textos, com o verdadeiro e empolgante tema mundial; o SPAGHETTI WESTERN.
GRINGO durante suas aventuras relembra também, as terríveis batalhas nas quais participou e que dividiu o País, matando milhares de homens, como ele. 
GRINGO é a verdadeira imagem do homem do Oeste pós-guerra, tentando sobrepujar a violência, o ódio e a vingança. 
A morte o rejeitou, mas ainda pode levá-lo a qualquer momento. 
Acompanhe GRINGO, em sua solitária e incessante cavalgada, neste ambiente hostil, enquanto ele está vivo!
Um verdadeiro spaghetti western brasileiro, em livros. 
Um mestiço sem nome...arriba...GRINGO!!











terça-feira, 1 de janeiro de 2019

ALMANACCO DELL'ANNO NUOVO: BONELLI 2019

MARTEDÌ 1 GENNAIO 2019


ALMANACCO DELL'ANNO NUOVO: BONELLI 2019

Ricorrenze, compleanni, anniversari bonelliani nell'anno che verrà.

di Saverio Ceri

Inauguriamo una nuova rubrica annuale che si propone di andare a  scoprire quali saranno, nel corso dell'anno che sta iniziando, le occasioni di festeggiare o ricordare avvenimenti importanti in casa Bonelli. Segnaleremo albi speciali come Tex 700 o Dylan Dog 400, oppure i compleanni editoriali dei vari personaggi, sia storici, che tuttora pubblicati, ma anche, sul fronte degli autori i compleanni notevoli (50,60,70,75,80,85 o 90 anni), gli  anni di collaborazione con l'editore (20,25,30 o 40), ma anche anniversari in ricordo di storici autori scomparsi, anche se non prettamente bonelliani, ma che comunque sono venuti a contatto con la casa editrice, anche solo in una o poche occasioni speciali.

La copertina di Tex 700, la trecentesima di Claudio Villa per la serie regolare del personaggio. In edicola a Febbraio.
Qui sotto nelle liste dei vari mesi troverete in "oro" le ricorrenze editoriali; in viola gli anniversari di nascita o di morte degli autori storici della casa editrice; in azzurro gli anni di collaborazione con la Sergio Bonelli Editore; in rosso i compleanni degli autori più importanti bonellianamente parlando (che abbiano almeno un migliaio di tavole scritte o disegnate per l'editore nel loro curriculum, per intenderci).



Gennaio 2019
Segnaliamo i 75 anni di Robin Wood, che anche se ha realizzato solo poche centinaia di pagine per la Bonelli, ha sicuramente lasciato un segno nel mondo della nona arte a livello mondiale. 

6 gennaio 2019
50 anni di Walter Venturi
13 gennaio 2019
50 anni di Alfredo Orlandi
14 gennaio 2019
20 anni di Paolo Bacilieri in Bonelli
21 gennaio 2019
60 anni di Enrico Lotti
25 gennaio 2019
75 anni di Robin Wood
25 gennaio 2019
50 anni di Francesco Rizzato
25 gennaio 2019
50 anni di Matteo Resinanti
25 gennaio 2019
25 anni di Stefano Biglia in Bonelli
25 gennaio 2019
25 anni di Luigi Copello in Bonelli
27 gennaio 2019
20 anni di Miguel Angel Repetto in Bonelli



Robin Wood e Walter Venturi, due degli autori che compiono gli anni a gennaio, rispettivamente 75 e 50, hanno in comune... Dago, il giannizzero nero; il primo lo ha creato nel 1980, il secondo  l'ha disegnato nel 2005 in un crossover con John Doe scritto da Lorenzo Bartoli



Febbraio 2019
Tex 700 sarà l'albo più atteso dell'annata bonelliana probabilmente, e forse anche il più venduto. In contemporanea, visto che la matematica non è un opinione, si festeggeranno i 50 anni dall'uscita di SuperTex, ovvero il centesimo albo del Ranger che per la prima volta inaugurò la formula dell'albo celebrativo tutto a colori, da allora sono stati pubblicati circa una sessantina di albi in quadricromia per festeggiare i traguardi delle varie collane; magari potrebbe essere l'argomento per una prossima puntata di Diamo i Numeri. Rientra in febbraio anche il compleanno di Eleuteri Serpieri, autore del primo volume di Tex d'Autore, anche se in realtà essendo nato il 29, il baffuto creatore di Druuna non ha a tutti gli effetti un giorno preciso in cui festeggiare i tre quarti di secolo.

7 febbraio 2019
50 anni di numeri celebrativi a colori (da SuperTex)
7 febbraio 2019
Tex 700
15 febbraio 2019
40° anniversario della scomparsa di Roy D'amy
17 febbraio 2019
90 anni di Miguel Angel Repetto
17 febbraio 2019
60 anni di Germano Bonazzi
28 febbraio 2019
75 anni (74 anni e 365gg) di Paolo Eleuteri Serpieri



Miguel Angel Repetto è il decano dello staff di Tex - il 17 febbraio compirà 90 anni.



Marzo 2019
A parte la data dei 50 anni di Bruno Enna, che potrebbe essere sbagliata, visto che nessuna biografia riporta il giorno esatto, segnaliamo due anniversari importanti riguardanti due grandissimi disegnatori: i 25 anni dalla scomparsa di Aurelio Galleppini e i 90 anni dalla nascita di Gallieno Ferri. 

3 marzo 2019
50 anni di Stefano Biglia
7 marzo 2019
50 anni di Bruno Enna
10 marzo 2019
25° anniversario della scomparsa di Galep
14 marzo 2019
20 anni di Diego Cajelli in Bonelli
21 marzo 2019
90° anniversario della nascita di Gallieno Ferri
30 marzo 2019
20 anni di Johnathan Steele


Jonathan Steele di Federico Memola , nato dalle ceneri di Zona X, ha fatto il suo esordio in edicola 20 anni or sono.




Aprile 2019
Auguri al maggiore del fratelli Di Vitto.

4 aprile 2019
25 anni di Rossano Rossi in Bonelli
12 aprile 2019
70 anni di Mani in alto!
14 aprile 2019
60 anni  di Michelangelo La Neve
18 aprile 2019
70 anni di Stefano Di Vitto



70 anni fa usciva Mani in alto! la prima serie scritta da Rinaldo Dami, in arte Roy d'Amy per l'Audace (l'odierna Sergio Bonelli Editore). La copertina del primo numero è attribuita a Aurelio Galleppini 




Maggio 2019
Roberto Raviola, il grande Magnus festeggerebbe 80 anni se fosse ancora tra noi, sicuramente lo ricorderanno degnamente nella "sua" Castel del Rio.

31 maggio 2019
80° anniversario della nascita di Magnus

Magnus ha disegnato il suo texone nel buen retiro di Castel del Rio. A fine maggio ricorrono gli 80 anni dalla nascita.




Giugno 2019
Ci tengo particolarmente a segnalare che quest'anno a giugno saranno 40 anni dal mitico Cico Story, l'albo che ha inaugurato la stagione degli speciali estivi, che poi sono diventati anche primaverili, autunnali e invernali...; e poi i trent'anni di Chiaverotti in casa Bonelli, che condivide l'esordio, su Dylan Dog 34, con Piero Dall'Agnol

1 giugno 2019
40 anni di Fuori serie (da Cico story)
9 giugno 2019
50 anni di Roberto Zaghi
10 giugno 2019
20 anni di Gea
10 giugno 2019
10 anni di Caravan
14 giugno 2019
75 anni di Jordi Bernet
28 giugno 2019
30 anni di Piero Dall'Agnol in Bonelli
28 giugno 2019
30 anni di Claudio Chiaverotti in Bonelli
30 giugno 2019
60 anni di Giubba Rossa



Giubba Rossa, serie di origine inglese, ma poi divenuta palestra per giovani autori nostrani come Tarquinio, Ferri e Muzzi, ha fatto il suo esordio in edicola sessant'anni or sono
Sembra ieri, ma sono passati 40 anni dal primo mitico speciale di Cico. Da allora sono stati quasi 900 gli albi fuori-serie pubblicati dalla Bonelli. Copertina di Gallieno Ferri


28 giugno 1989: doppio esordio su Dylan Dog 34: ai testi Claudio Chiaverotti, ai pennelli Piero Dall'Agnol.


Gea, la prima delle tre serie create da Luca Enoch per la Bonelli editore compie 20 anni.



Luglio 2019
Festeggiamo 40 anni di carriera di Maurizio Mantero, ma anche altri esordi illustri in Via Buonarroti

1 luglio 2019
40 anni di Maurizio Mantero in Bonelli
1 luglio 2019
20 anni di Valerio Piccioni in Bonelli
5 luglio 2019
25 anni di Corrado Mastantuono in Bonelli
7 luglio 2019
60 anni  di Daniele Brolli
9 luglio 2019
50 anni di Ivan Calcaterra
14 luglio 2019
25 anni di Lucio Filippucci in Bonelli
26 luglio 2019
25 anni di Gianfranco Manfredi in Bonelli
27 luglio 2019
30° anniversario della scomparsa di Pietro Sartoris
28 luglio 2019
20° anniversario dalla scomparsa di Gustavo Trigo


Su Ken Parker 21 (datato giugno/luglio 1979) appare per la prima volta la firma di Maurizio Mantero su un'albo Bonelli. da allora, in quarant'anni, ha scritto quasi diecimila tavole per l'editore di Via Buonarroti.


Agosto 2019
Qui siamo un po di parte, lo ammetto. Anche se non rientra nei disegnatori con almeno mille tavole all'attivo auguri al "nostro" Wilson Vieira, disegnatore di alcuni episodi del Piccolo Ranger negli Anni Ottanta.

28 agosto 2019
70 anni di Wilson Vieira
29 agosto 2019
50 anni di Anna Lazzarini
30 agosto 2019
25 anni di Vincenzo Beretta in Bonelli
30 agosto 2019
25 anni di Fabrizio Russo in Bonelli


Wilson Vieira, il nostro collaboratore d'oltreoceano che ha firmato in coppia con Benito Naselli, 301 tavole del Piccolo Ranger, ritratto da Bozidar Milojkovic


Settembre 2019
Segnaliamo i 40 anni di carriera bonelliana del dinamico duo Montanari e Grassani, ma anche due compleanni importanti: Giorgio Pezzin, storico autore di Zagor, del Piccolo Ranger, della Collana Rodeo, ma anche di Legs Weaver con alle spalle quasi 5000 tavole bonelliane e il mitico Renato Queirolo, supervisore di ferro che ha forgiato un paio di generazioni di autori bonelliani.

1 settembre 2019
40 anni di Judas
4 settembre 2019
40 anni di Montanari & Grassani in Bonelli
5 settembre 2019
70 anni di Giorgio Pezzin
15 settembre 2019
25 anni di Pasquale Frisenda in Bonelli
26 settembre 2019
75 anni di Renato Queirolo
28 settembre 2019
20 anni di Tito Faraci in Bonelli


Judas, uno degli ultimi personaggi western bonelliani, è uscito quarant'anni or sono. Copertina di Vladimiro Missaglia 
Tavola tratta dalla prima avventura del Piccolo Ranger disegnata dalla prolifica coppia Montanari & Grassani


Renato Queirolo, supervisore storico della SBE (soprattutto di Zagor, Mister No, Nick Raider e Magico Vento). 



Ottobre 2019
Tra i grandi autori che festeggiano in ottobre segnalo Claudio Villa, giunto a 60 primavere (o meglio, essendo Halloween, 60 autunni)

3 ottobre 2019
75 anni di Daniele Fagarazzi
7 ottobre 2019
90° anniversario della nascita di Fernando Fusco
10 ottobre 2019
10 anni di Greystorm
13 ottobre 2019
85 anni di Giorgio Trevisan
24 ottobre 2019
50 anni di Giuseppe Matteoni
24 ottobre 2019
50 anni di Giancarlo Marzano
27 ottobre 2019
50 anni di Luca Rossi
31 ottobre 2019
60 anni di Bruno Ramella
31 ottobre 2019
60 anni di Claudio Villa


L'inconfondibile  Ken Parker di Giorgio Trevisan, l'ottantacinquenne illustratore è oggi nello staff di Julia  
Il grande Claudio Villa, di cui non vediamo una tavola a fumetti dal 2002, riuscirà a regalarci e regalarsi l'agognato texone per il suo sessantesimo compleanno?.... In compenso non ci sono mancate le sue copertine, quasi 800, da allora, tra serie regolare, speciali, Tex di Repubblica, poster per la Nuova Ristampa, Dylan Dog Superbook....


Novembre 2019
Due centenari texiani da ricordare a novembre oltre ai 70 anni di Giancarlo Berardi, il papà di Ken Parker e di Julia. 

3 novembre 2019
100° anniversario della nascita di Jesus Blasco
11 novembre 2019
100° anniversario dalla nascita di Erio Nicolò
12 novembre 2019
90 anni di Ivo Pavone
15 novembre 2019
70 anni di Giancarlo Berardi
16 novembre 2019
90° anniversario della nascita di Carlo Raphael Marcello
22 novembre 2019
70 anni di Plutos
24 novembre 2019
50 anni di Giuseppe Viglioglia



Cento anni fa nasceva Jesus Blasco, la prima matita straniera a disegnare Tex... 



...e a distanza di pochi giorni veniva alla luce Erio Nicolò, altro disegnatore storico del personaggio creato da Bonelli padre.

Settanta candeline in arrivo per Giancarlo Berardi, creatore di Ken Parker e Julia per la SBE.

E sempre settant'anni or sono faceva il suo esordio in edicola Plutos, l'eroe mascherato scritto da G.L.Bonelli per i disegni di Leone Cimpellin, che in questo caso si firmava con l'anglosassone pseudonimo di Alex Lyon



Dicembre 2019
Fine dell'anno e fine di un ciclo per l'Indagatore dell'Incubo: col numero 400 potrebbero cambiare molte cose per Dylan Dog.

1 dicembre 2019
25 anni di Laura Zuccheri in Bonelli
4 dicembre 2019
25 anni di Oliviero Gramaccioni in Bonelli
12 dicembre 2019
30 anni di Gino Vercelli in Bonelli
13 dicembre 2019
75 anni di Luigi Merati
15 dicembre 2019
25 anni di Paolo di Clemente in Bonelli
16 dicembre 2019
60 anni di Roberto De Angelis
17 dicembre 2019
25 anni di Francesco Rizzato in Bonelli
19 dicembre 2019
70 anni di Cesare Valeri
28 dicembre 2019
Dylan Dog 400
30 dicembre 2019
25 anni di Lucia Arduini in Bonelli


Sessant'anni anche per Roberto De Angelis, passato recentemente dalle futuribili avventure di Nathan Never alle mirabolanti imprese del giovane Tex Willer ambientate nel Lontano Ovest a metà del XIX secolo. 
Per il 2019 è tutto, appuntamento al 2020.
Saverio Ceri


GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO 2016


ANNI SETTANTA E OTTANTA: WILSON VIEIRA E I DISEGNI PER IL PICCOLO RANGER E LO STAFF DI IF

di Wilson Vieira

Il nostro prezioso amico e collaboratore brasiliano Wilson Vieira, del quale certamente seguirete gli appuntamenti mensili con la straordinaria Storia del West, ci invia una serie di immagini e di documentazioni relative alla sua attività nello Staff di If negli anni Settanta e Ottanta, anche per la testata bonelliana del Piccolo Ranger. E di quel periodo ci illustra anche com'era composto e cosa faceva il celeberrimo gruppo fumettistico. Per quanto riguarda le immagini, dove non espressamente indicato, le matite sono dello stesso Wilson Vieira con chine di Benito Naselli! (s.c. & f.m.)




LO STAFF DI IF NEGLI ANNI SETTANTA E OTTANTA

Gruppo di autori di fumetti creato da Gianni Bono nel 1973. Collabora con varie Case editrici italiane e straniere riprendendo gli stili più diversi sia nel genere realistico che comico. Per i Bonelli lo Staff di If scrive varie storie di ZAGOR e disegna alcuni episodi de IL PICCOLO RANGER, MISTER NO e ZONA X. Dal 1982 è nutrita la produzione per i periodici Disney.

Disegno di Pierino Del Prete, 1980


Disegno di Lucio De Giuseppe

Altre collaborazioni dello Staff di If nel periodo in esame: Ampatoys (Scatole per biciclette super-eroi), Arnoldo Mondadori Editore (Supergulp), Aster (Diabolik), Bassetti (Lenzuola e asciugamani), Cartorama (Quaderni Uomo Ragno), Casa Editrice Dardo (Supereroica - Uomini e Guerra), Casa Editrice Universo (Bliz - Albo - Il Monello - Intrepido), Ediperiodici (Oltretomba - Terror - Terrorblù), Editoriale Corno (Alan Ford - Eureka - Maxmagnus), Editrice Cenisio (La Furia del West - Silvestro - Tarzan), Eura Editoriale (Lanciostory - Skorpio), Nuova Vallecchi (Silvestro - Tarzan), Rizzoli Editore (I grandi manuali: L'Uomo Ragno) e Sagedition (Sandokan - Tarzan).

Elenco dettagliato dei componenti:
  
Gianni Bono - coordinatore
Raffaella Tedde - amministratrice
Stefania Medicina - segretaria

Sceneggiature:
Mirko Beccio, Sestino Aurelio, Gina Carelli, Mariella Carpinello, Enrico Demme, Luigi Naviglio, Andreina Repetto, Alfredo Saio, Claudia Salvatore, Gustavo Sponselli.


Jovem Branco, 1980. Chine di Andrea Rocuzzo

Matite: 
Eliana Bondi, Giancarlo Colombo, Giovanni Crivello, Milena de Amoli, Lucio de Giuseppe, Gino Esposito, Alberto Gnudi, Carlo Leone, Filippo Libertà, Carlo Moggia, Gabriela Molisso, Roberto Revello, Alessandro Sisti, Cinzia Torti, Wilson Vieira.

Chine: 
Augusto Chizzoli, Vittorio Coliva, Danilo de Ferrari, Pierino del Prete, Domenico Marino, Luciano Santo Milano, Paolo Montan, Benito Naselli, Andrea Rocuzzo, Marcello Toninelli.

Lettering:
Anna Bassino, Aida Calello, Claudio Lanza.

Colori: 
Dino Buset, Filomena del Prete, Gabriella Grisanti, Primo Marcarini, Claudio Strada.



Jovem Branco, 1980. Chine di Andrea Rocuzzo


GALLERIA DAL PICCOLO RANGER (1979 - 1984)
Matite di Wilson Vieira e chine di Benito Naselli











DOCUMENTI E ATTESTAZIONI





Wilson Vieira

N.B. trovate i link agli altri interventi di Vieira su Cronologie & Index!